Y-40 the Deep Joy - Montegrotto Terme (PD)

Il paradiso dei subacquei

QUARANTA METRI DI PROFONDITÀ E 33 GRADI COSTANTI: È LA PISCINA DEI RECORD

AUTORE
Benedetto Marzullo
PROGETTISTA
Emanuele Boaretto
PIASTRELLE
FLOOR GRES

Immaginate uno specchio d'acqua termale di quasi 400 metri quadrati, con una temperatura costante di 33° C, limpido e profondissimo, oltre 40 metri. No, non stiamo parlando di uno degli ultimi paradisi naturali, ma di una piscina, artificiale per definizione. Si tratta del centro sportivo realizzato presso l'Hotel Millepini di Montegrotto Terme, in provincia di Padova. E, sì, avete letto bene, la sua vasca, denominata ”Y-40 the Deep Joy” è la piscina sportiva più profonda del mondo, con oltre 40 metri, 42,15 per la precisione. In pratica, tanto quanto scavare nel terreno un palazzo di 14 piani. Regolare in pianta, un rettangolo di 21 x 18 metri, è irregolare nelle sezioni trasversali, con grotte, tunnel e zone di sosta a varie profondità. Un impianto balneare perfetto per l'utilizzo da parte di nuotatori subacquei. La particolare conformazione della vasca, oltre alla presenza di acqua termale a 33 gradi, ha richiesto una cura dei dettagli particolarmente attenta nella posa delle lastre ceramiche, con inserimento di un rivestimento in gres porcellanato di Floor Gres (linee Geotech, Industrial, Floortech). Y-40 è stata progettata per ridurre al minimo l'impatto ambientale: la vasca è completamente invisibile dall'esterno; ad essa, e ai servizi annessi, si accede attraverso una struttura essenziale nelle sue linee la cui sommità, adibita a solarium, è ricoperta da un prato. Ma l'idea imprenditoriale, prima ancora che progettuale, di Y-40 è tanto semplice quanto geniale: in un territorio dove le aziende alberghiere sono tutte dotate di piscine termali, l'unico modo per emergere era quello di realizzarne una che si staccasse da tutte le altre per una caratteristica unica: la sua profondità. Opera dell'architetto Emanuele Boaretto, appassionato di subacque, la piscina Y-40 è un capolavoro di architettura e di ingegneria, dove le qualità teoriche e tecniche, necessarie per la realizzazione del progetto, si sono unite alla volontà di trasformare, con profondo senso di responsabilità, il territorio. Bella, infine, anche la genesi del nome ”Y-40 the Deep Joy”. Sentiamola dall'ideatore: ”il segno algebrico negativo anteposto alla cifra 40 rimanda con immediatezza alla profondità della vasca; la Y è la lettera iniziale del prefisso greci ‘ypér', ‘sopra' ma anche ‘stra', come ‘straprofonda'; lo stesso simbolo grafico -due linee oblique che s'incontrano in una cuspide rovesciata da cui si diparte una linea verticale - evoca l'idea di una discesa nelle profondità della terra. Ma se solo si cambia il punto di osservazione, evoca allo stesso tempo l'idea opposta di una risalita. Dunque, la Y indica una discesa che prelude a una risalita. In questa duplice azione è riassunta non solo l'attività subacquea, ma anche una sfida al tempo”. Su Deep Joy, Gioia profonda, lasciamo spazio alle immagini e alle sensazioni che ciascun lettore potrà trarne. Anche prima di sperimentarla dal vivo.

Piastrelle
Floor Gres, Geotech - Industrial - Floortech
Tipologia
grès porcellanato
Formati
80x80, 60x120, 40x80
Caratteristiche tecniche
Assorbimento d’acqua (ISO 10545-3): <0,1%
Resistenza all’attacco chimico (ISO 10545-13): ULA, UHA, UA
Resistenza all’usura e all’abrasione (ISO 10545-6): <150 mm3
Resistenza al gelo (ISO 10545-12): conforme
Resistenza alla flessione (ISO 10545-4): >40 N/mm2; >1700N
Resistenza alla scivolosità (DIN 51130): R10
Resistenza agli sbalzi termici (ISO 10545-9): conforme

Certificazioni e premi
ECOLABEL, LEED, ISO 14001


  Richiedi info progetto
  Galleria Prodotti


Progetti » FLOOR GRES » Y-40 the Deep Joy - Montegrotto Terme (PD)